Tuesday, 4 March 2014

Febbraio: varie ed eventuali

Sarà anche un mese breve, ma Febbraio ci dà sempre un bel po' da fare. E quest'anno non è stato eccezione. Le sue ultime due settimane, in particolare sono state a dir poco campali.
Il mio proposito di essere (più o meno) costante con la corsa si è scontrato di fronte alla varicella di A.

La mia ultima corsa risale all'ultimo lunedì del mese (giornata peraltro meteorologicamente meravigliosa) quando, approfittando della rara presenza del mio adorato consorte, ho fatto una capatina al parco, riuscendo a tornare per le 9, dare la libera uscita al consorte per recarsi a Milano, fare una doccia e accompagnare A. dal pediatra per sentirmi dare l'ardua sentenza: sì, quei puntini sparsi sulla schiena sono senza dubbio varicella.
La settimana quindi è trascorsa guardando un sole meraviglioso quasi esclusivamente dalla finestra, e nei salti mortali per accompagnare H. a scuola e alle sue svariate attività senza che A., l'"untrice" potesse contagiare nessuno.
Ad ogni modo, la varicella e' stata deleteria più per me che per A. E' stata la ciliegina sulla torta. Tutto il mese e'stato segnato da febbri, influenze, tormenti intestinali, produzioni industriali di catarro che ci ha fatto aumentare del 300% il consumo pro capite di kleenex rendendoci responsabili del disboscamento di un'ulteriore fetta della foresta amazzonica (urge tornare ai vecchi fazzoletti in tessuto!).
Fortunatamente le bambine, rassegnate alla clausura forzata, si sono ingegnate a trovare nuovi modi creativi per passare il tempo.




Credo che la mania di H. di costruire tende e capanne di fortuna le derivi sia dalla sua appartenenza scoutistica che da un retaggio familiare: ricordo che io e mio fratello costruivamo continuamente le nostre tane utilizzando pouf, cuscini e coperte. Non ricordo se, dopo aver terminato il gioco, mettessimo tutto in ordine (mi piace pensare di sì). In quel caso vorrei tanto che le mie figlie avessero ereditato anche questo, ma così, ahimè, non è stato.
In compenso ho ricevuto una mano nelle incombenze domestiche, in particolare dalla piccola, cui la varicella più che prurito ha dato un'energia e una voglia di fare e "aiutàle" fuori misura.



Febbraio è trascorso così... avanti il prossimo.


1 comment:

  1. Oh povere! dai che la primavera, sembra, alle porte e speriamo si porti via tutti i malanni!
    anche qui si costruiscono tanti rifugi… sotto gli stendini! e anche qui raramente viene rimesso tutto in ordine! sigh!
    baci a tutte e tre! :-)

    ReplyDelete