Friday, 7 March 2014

Mi piace: Speciale "Fashion Blogger de Noantri"

A grande richiesta (eh???) torna la rubrica principe di questo blog (eh???): Mi piace - spazio originalissimo in cui amo riunire tutto ciò che nello scibile umano attira positivamente la mia attenzione. In questo caso, visto che ci approssimiamo al cambio stagione, e la stagione in questione è quella più bella (non a caso mi ha dato i natali), nonché quella in cui è più possibile abbandonarsi alla creatività e all'estro, voglio annotare quello che più mi piace della moda primaverile, sulla quale da qualche settimana sono costantemente aggiornata grazie al regalo di mia madre: l'abbonamento a questa rivista in versione cartacea (grazie mamma!).
Ecco quindi cosa mi piace della moda del momento, e che - guarda caso - appartiene al mio stile (e al mio armadio) da sempre. Perché, non dimentichiamolo: le mode passano, lo stile resta, come diceva Coco.

I fiori. Adooooooro le fantasie a fiori. E in totale opposizione all'intervista a Tommy Hilfiger su Time letta qualche settimane fa (in cui lo stilista sosteneva di non capire come a certe donne possa piacere di andare in giro con addosso la tappezzeria del divano della nonna), io urlo ad alta voce la mia adesione al "flower power". Perchè vestirsi di "primavera" mette di buon umore (e di buon umore, nelle nostre vite, non se ne ha mai abbastanza). L'importante è saper scegliere il bouquet giusto, e non eccedere.

Luisa Beccaria (ok, l'abito appartiene alla collezione P/E 2012, ma rimane bello e attuale)
Gli orli delle gonne, che finalmente si sono allungati per permettere anche alle signore di una certa età (come la sottoscritta), a quelle che non hanno gambe perfette (come la sottoscritta) o che semplicemente non si sentono a proprio agio in minigonna (come la sottoscritta), di evitare di indossare sempre e costantemente i pantaloni.

Asos
Il denim. I jeans sono il mio passepartout. Ultimamente questo tessuto si sta estendendo su tutti i capi di abbigliamento (poco ci manca che facciano anche le mutande, in jeans). Bello, ma da usare con moderazione. Come tutto, nella vita.

H&M
La tuta. Non molto pratica in caso di incontinenza, ma che, se nella tinta e fantasia giusta può essere superfunky o estremamente elegante.

Mango
Il radiant orchid. Colore a metà tra il violetto e il fucsia. E il dizzling blue (altrimenti detto blu elettrico). O il giallo mimosa. Viva i colori forti, chè noi timidone abbiamo bisogno di botte di vita, altro che colori pastello!




I colori pastello. Come? Ho appena detto che non amo i colori pastello? Mi contraddico? Per dirla alla Whitman: "certo che mi contraddico, contengo moltitudini"!! Diciamo che ci sono circostanze in cui i colori pastello sono più indicati delle tonalità violente. Ad esempio le cerimonie, le cosiddette "occasioni". E poi ci sono abiti che hanno il loro "perché" solo quando hanno tonalità tenui e leggere.

Noa Noa
I pois. Insieme alle righe (à la marinière) sono la cifra del mio guardaroba (e di quello delle mie figlie). Immancabili.

Zara
Mango
Volevo fare la fashion blogger...

1 comment:

  1. bello questo post, l'ho letto con interesse e divertimento! mi unisco ai tuoi followers.
    xx
    http://sofiscloset.blogspot.it/

    ReplyDelete