Monday, 29 April 2013

I mostri di Bomarzo

La febbre è andata via lasciandomi con un mal di gola allucinante che ancora mi impedisce di deglutire senza soffrire e di sentire il sapore dei cibi, un colorito dal colore indefinito: tra il grigio, il verde marcio e il giallo ocra, e un aspetto generale che definire "sbattuto" sarebbe eufemistico.
Tuttavia già ieri avevo energie sufficienti per uscire dalla clausura approfittando (finalmente!) della bella giornata, quindi, quando il mio adorato consorte mi ha chiesto se me la sentivo di fare una gita fuori porta, ho subito detto sì.
Il mio aspetto deve aver ispirato l'adorato nella scelta della proposta di viaggio, visto che si trattava di Bomarzo, il Parco dei Mostri.
Più che "dei mostri" mi è sembrato il parco delle meraviglie, perchè, immerse nella vegetazione lussureggiante della Tuscia, vi si trovano statue dall'aspetto curioso e divertente, che hanno entusiasmato le nostre piccole esploratrici.







In particolar modo le visitatrici hanno apprezzato la casa inclinata, che sembrava essere sul punto di crollare...

e la bocca/caverna nella quale hanno ululato a lungo, simulando la voce del moooooostro.






Un parco mostruosamente bello!
Ma la notra gita fuori porta non si è conclusa qui. Stay tuned!

3 comments:

  1. Bello! Mia sorella ci abita vicino e così ho avuto modo di conoscerlo.
    Questo parco è troppo poco battuto (forse meglio così?)
    Attendiamo altri dettagli della gita nella Tuscia (che è una regione bellissima).

    ReplyDelete
  2. Che bello! Quanti bei ricordi di infanzia! Attendo ancora di portarci le bimbe...

    PS. ma infatti non si chiama propriamente "Il parco dei mostri": il nome originario era: "Sacro bosco", che è assai più suggestivo, come anche i significati mistico-allegorici delle sculture che il suo ideatore vi fece costruire.
    Consiglio se ti capita di trovarlo in qualche biblioteca il bellissimo studio di Bredekamp "Vicino Orsini e il Sacro Bosco di Bomarzo" (scusa se mi permetto questo intervento da saputella, ma quello iconografico è il mio ramo di studi!)

    ReplyDelete
  3. Bello, il "Sacro Bosco"! Ci sono stata più volte e mi ha sempre affascinato! Baci
    Nené

    ReplyDelete